seguici su
Torino, Mercoledì 22 Novembre 2017
Percorso: Home | Eventi | La Stampa fotografa un’epoca
La Stampa fotografa un’epoca
Condividi su Facebook
La Stampa fotografa un’epoca
Fino al 22 Maggio Palazzo Madama ospita la mostra "La Stampa fotografa un’epoca". L'esposizione celebra i 150 anni del quotidiano torinese.

Attraverso una selezione di 500 fotografie e documenti provenienti dall’archivio storico de La Stampa sarà possibile rivivere temi sociali, costumi e personaggi che hanno caratterizzato un secolo e mezzo di storia.
INFO EVENTO
TORINO
dal 09/02/2017 al 22/05/2017

Palazzo Madama
Piazza Castello - TORINO
Tel. 011.4433501 (Palazzo Madama)

Sito dell'evento

Orario:
da lunedì a domenica: 10-18
(la biglietteria chiude un'ora prima)
martedì chiuso

Scalone e Corte Medievale
da martedì a domenica 9-19
lunedì chiuso


Ingresso:
Intero: 5,00 Euro
Ingresso gratuito per i possessori della carta Abbonamento Musei Torino Piemonte e Torino Card


Altri eventi di questo tipo nella categoria:
Mostre
Dal sapore fine e delicato, il formaggio Raschera è uno dei DOP piemontesi. A seconda del luogo di produzione è denominato Raschera di alpeggio o semplicemente Raschera.
Continua qui >>
Dal 1959 Giovando Gioielli lavora a Torino con i grandi nomi dell'orologeria, della gioielleria e dell'argenteria. Adesso grazie al sito e-commerce i suoi preziosi articoli vendono spediti in tutta l'Italia. Continua qui >>
La Stampa fotografa un’epoca

La Stampa compie 150 anni - allestita nella suggestiva cornice della Corte Medievale di Palazzo Madama - documenta con quasi 500 fotografie la nascita e l’evoluzione del quotidiano nazionale nato a Torino che dal 1867 ha saputo accompagnare i propri lettori in un viaggio con gli occhi aperti sul mondo e la mente rivolta al futuro, mantenendo al contempo uno strettissimo legame con il proprio territorio.

Le tante testimonianze in mostra - attentamente selezionate dall’Art Director de La Stampa e curatrice dell’esposizione Cynthia Sgarallino - comprendono fotografie originali e documenti dell’archivio storico: alcune con annotazioni storiche, altre ritoccate a tempera e matita, come si faceva prima di Photoshop, altre ancora sgualcite o incurvate. Tutte sono state selezionate perché “hanno addosso” il lavoro di questi 150 anni in cui sono passate di mano tra fotografi, archivisti e giornalisti.
 
La mostra si articola in 13 sezioni, seguendo un ordine tematico che prende le mosse dalla Redazione, a testimonianza dei veri protagonisti che hanno fatto la storia del quotidiano. Da questo punto di partenza si snodano tutti gli altri dodici temi, Lavoro, Svago, Terza Pagina, Torino, Terrorismo, Moda, Diritti, Solidarietà, Migrazioni, Conflitti, Mondo, Sport. Le fotografie presentate, in bianco e nero e a colori, costituiscono una testimonianza dell’immenso materiale presente nell’archivio fotografico del giornale, che conta ad oggi oltre 5 milioni di immagini. Attraverso di esse sarà possibile compiere un viaggio alla scoperta di come La Stampa sia stata e continui ad essere testimone importante non solo per la storia del territorio e dell’Italia, ma anche per i fatti internazionali, grazie ad una chiara connotazione “glocal”. Ad accompagnare le immagini in mostra, un’ampia selezione di prime pagine del giornale, ben 47 per ricordare gli avvenimenti più importanti accaduti in Italia e nel mondo nel corso degli ultimi 150 anni.
 
Al centro della mostra Il mondo della Stampa, opera d’arte contemporanea in carta di giornale pressata di Michelangelo Pistoletto (Biella, 1933), realizzata appositamente per l’occasione. Il celebre artista ne ha sintetizzato il significato con questa frase: “Quanti frammenti di memorie compongono la sfera di giornali che celebra La Stampa nel mondo!”. Il percorso di visita prevede anche numerosi apparati multimediali. Innanzitutto gli audio di alcuni eventi chiave della storia italiana: dalla canzone del Piave, all’ultimo discorso di Matteotti alla Camera o a quello pronunciato da Togliatti dopo l’attentato. Ma anche il popolare “Lascia o raddoppia?!” di Mike Bongiorno, fino alla proclamazione di Papa Francesco. Un touch screen consentirà di selezionare e ascoltare le interviste a otto direttori de La Stampa, da Arrigo Levi a Maurizio Molinari.
 
Infine, su due schermi scorreranno alcune tra le numerose fotografie dei lettori a testimonianza del loro lungo e affettuoso rapporto con il quotidiano, pervenute alla redazione grazie al contest “Alla storia de La Stampa manca solo una foto. La tua”.
 
Per i visitatori che desiderano approfondire ulteriormente la storia del giornale sono disponibili presso il bookshop di Palazzo Madama due imperdibili volumi. La Stampa 150 anni - 1867-2017 Un giornale, la sua epoca, il suo futuro - Articolo dopo articolo un secolo e mezzo di fatti raccontati dal quotidiano, in cui Valerio Castronovo, il maggior storico del giornalismo italiano, ripercorre in 752 pagine, arricchite da uno straordinario inserto fotografico, i 150 anni di vita di un quotidiano caratterizzato sempre da una storia fatta di innovazione, indipendenza, qualità e rispetto per i lettori. La Stampa Il tempo ritrovato, costituisce un vero e proprio laboratorio dinamico della storia del giornale, ricco di fotografie, testimonianze e documenti dell’archivio storico che permette al lettore di rivivere 150 anni di notizie attraverso le innovazioni tecnologiche e tipografiche che si sono succedute nel tempo. Infine, sempre presso il bookshop sarà possibile acquistare cartoline e segnalibri che riproducono alcune delle più significative immagini in mostra e i numerosi oggetti da collezione, tra cui t-shirt, mug e shopper, realizzati per l’occasione e griffati con il logo delle celebrazioni.
 
Supportano la realizzazione della mostra Reale Mutua, che ha anche contribuito con alcune foto dal Museo Storico Reale Mutua e Eni.
 
La mostra è visitabile fino al 22 maggio 2017, parte dei proventi del biglietto d'ingresso saranno devoluti in beneficenza alla Fondazione Specchio dei Tempi Onlus per il progetto “Un tetto a chi soffre”.
Per la Vostra Pubblicità su Parallelo45 Tel.011.20.74.031
Ristoranti e Pizzerie
Cucina piemontese, mediterranea, cinese, messicana, giapponese, indiana?
Pizza al mattone, al padellino, farinata, focaccia di Recco?

Per trovare, a Torino e provincia, il ristorante o la pizzeria più adatti al vostro palato le Guide di Parallelo45 vi sarà d'aiuto.

I Musei
Dai piu' famosi, vere star a livello mondiale, come l'Egizio, il Museo Nazionale del Cinema, la Reggia di Venaria Reale, o il Museo dell'Automobile ai piu' curiosi e meno noti che sono delle piacevolissime scoperte.
La sezione Musei a Torino e in Piemonte vi consente di scoprire anche le nuove proposte del vasto settore museale piemontese.
Tour e Visite
Alla scoperta dei tesori culturali e artistici di Torino e del Piemonte, sia tramite eventi e tour a data fissa che con i Consigli per una Gita nel variegato territorio piemontese proposti direttamente dalla redazione di Parallelo45.
La sezione Tour e Visite a Torino e in Piemonte viene arricchita con proposte sempre nuove ed e' in costante aggiornamento.
Quick & Go
Torino e provincia per chi ha fretta
Le istituzioni
I trasporti
L'informazione locale
Meteo & ambiente
Dal 1959 Giovando Gioielli lavora a Torino con i grandi nomi dell'orologeria, della gioielleria e dell'argenteria. Adesso grazie al sito e-commerce i suoi preziosi articoli vendono spediti in tutta l'Italia. Continua qui >>
Fissore Ceramiche, grande azienda di Moncalieri (TO) che commercializza pavimenti e rivestimenti ceramici, sanitari e arredo bagno, ha ricevuto il premio di Confindustria Ceramica come miglior distributore 2013 Italia. Il riconoscimento anche grazie alla sua storia e al suo modo di operare con la clientela. Continua qui >>
Questa settimana


Tutti gli appuntamenti
Prenota Hotel a cura di Booking.com
Il servizio che Parallelo45 ha scelto per la prenotazione dei vostri hotel, a Torino e nel mondo, é gestito da Booking.com, una delle societá leader in Europa nel settore delle prenotazioni alberghiere via internet.

Destinazione

Dal
Al



© 2017 SI COMPANY - P.Iva 10583980015 | Per la tua pubblicitá e Informazioni Tel. 011.20.74.031 Cookie Policy Scrivi alla redazione